CREATIVITA’ AL LICEO “VITTORIO SERENI”

il

Sabato 26 maggio gli alunni del Liceo Scientifico “Vittorio Sereni” hanno realizzato l’annuale Giornata  della Creatività Studentesca. Sono stati organizzati laboratori  nei quali presentare alcuni dei numerosi progetti attuati nel corso dell’anno scolastico. E’ stata allestita la mostra fotografica legata al concorso, curato dal prof. Saverio Moretti, aperto a tutte le scuole del territorio. Si è svolta la cerimonia di premiazione  alla presenza di rappresentanti di Enti Locali con i quali la scuola collabora attivamente: il Sindaco di Maccagno, Fabio Passera, l’Assessore all’istruzione del Comune di Luino, Piermarcello Castelli. Vincitori del concorso sono: Tiffany Talamona, classe prima Liceo Linguistico, per il tema a colori “Riflessi”, con una foto dal titolo “ Il pensiero adolescenziale”; Matteo Andreoli, classe quinta Liceo Scienze Applicate, per il tema in bianco/nero “Illegal: il mondo che non vorrei”, con una foto dal titolo “No alla violenza sulle donne”; Beatrice Fazzi, proveniente dalla scuola media di Castelveccana, qualeCri_4concorrente più giovane.

Il Dirigente Scolastico, Maria Luisa Patrizi, ha   pubblicamente elogiato le alunne della classe 3U del Liceo delle Scienze Umane, arrivate terze al concorso provinciale “Web- Care tra valori e limiti. Da Lettera a una professoressa alle elaborazioni digitali” , promosso dal Circolo Acli Varese Centro. Partendo dalla lettura del noto testo di Don Lorenzo Milani, le studentesse hanno realizzato un video nel quale hanno intervistato studenti e nonni sul tema dell’istruzione e dell’educazione, in modo tale da confrontare la scuola di oggi e quella del passato. Sono stati inoltre presentati i seguenti progetti: “Filosofia: Giovani Pensatori”, attuato in collaborazione con l’Università dell’Insubria; alternanza scuola lavoro “Realizzazione di un murales”;  laboratorio creativo di grafica e pittura; mostra “Omaggio a Van Gogh e agli artisti del nostro territorio”, realizzata nell’ambito del progetto ove psicologia, pedagogia, sociologia e antropologia incontrano gli altri saperi. Le alunne delle classi quarte del Liceo delle Scienze Umane hanno realizzato un originale e toccante percorso sull’esperienza vissuta durante la visita d’istruzione al Dipartimento di salute mentale di Trieste, illustrando il tema dei  manicomi e della loro chiusura per effetto della legge Basaglia del 1978. L’entusiasmo dimostrato dagli studenti coinvolti in queste iniziative è stato condiviso dagli insegnanti che in questi mesi li hanno accompagnati nella loro realizzazione: i docenti di Scienze Umane Roberto Sala e Maria Martorana, i docenti  di filosofia Valeria Astori e Leonardo Cavallaro e il docente di disegno e storia dell’arte Stefano Anania. Spazio infine alla musica dal vivo, a yoga e meditazione, al ballo latino-americano, ad attività sportive, con le finali dei tornei sportivi di pallacanestro e di calcetto. Alla giornata era presente anche l’Associazione Amici del Liceo, rappresentata dal Presidente Nunzio Mancuso e da componenti del direttivo, con la quale il Liceo da anni collabora nell’organizzazione di iniziative e eventi culturali aperti agli alunni e ai cittadini.

 

Cristina Nalbandian